Proseguiamo il nostro ciclo di incontri puntando i riflettori sul dolcetto: uno dei vitigni di Langa che, negli ultimi anni, ha subito maggiormente la concorrenza e l’antagonismo con il nebbiolo.

Ospiteremo due aziende che da sempre sono baluardo della tipologia e che appartengono alla ristretta schiera dei più appassionati e rappresentativi interporti del dolcetto.

 

 

Durante la serata il curatore di Slow Wine, Giancarlo Gariglio, dialogherà con Valerio Mossio, dell’azienda Fratelli Mossio, e con Nicola Chionetti.

Il primo, a Rodello, stretto tra due denominazioni a dir poco ingombranti, ha saputo ritagliarsi uno spazio importante, facendo affidamento esclusivamente sulle proprie energie e su quello che gli poteva dare un territorio da altri abbandonato o snobbato.

Il secondo, a Dogliani, sta portando avanti con spiccata professionalità l’azienda del nonno Quinto, conservando e al tempo stesso cercando di migliorare la grande tradizione che gli è stata lasciata in eredità.

In degustazione ci saranno i due vini più rappresentativi delle aziende, declinati in tre annate.

Nello specifico assaggeremo:

 

di Quinto Chionetti:

Dogliani Briccolero ’18

Dogliani Briccolero ’16

Dogliani Briccolero ’13

 

di Fratelli Mossio:

Dolcetto d’Alba Bricco Caramelli ’18

Dolcetto d’Alba Bricco Caramelli ’16

Dolcetto d’Alba Bricco Caramelli ’13

La degustazione avrà inizio alle ore 19:00, presso l’Aula 5 dell’Albergo dell’Agenzia.

Il costo della serata è di 20 €

Per i soci Slow Food, Fisar e per gli studenti Unisg il costo è di 10 €

Per i soci della Banca del Vino il costo è di 5 €

I posti sono limitati e per motivi organizzativi è obbligatoria la prenotazione.

 

Per maggiori informazioni e per riservare il posto:

Tel. 0172 458418

e-mail. info@bancadelvino.it

 

http://mossio.com/

http://www.chionettiquinto.com/