L’Archetipo nasce in Puglia, nel territorio delle Murge per volontà di Valentino Dibenedetto, contadino dalla nascita – poi anche agronomo – figlio di Carlo Dibenedetto, viticoltore da sempre.

 

Già dagli anni ’80 inizia la conversione all’ agricoltura biologica, mentre dal 2000 passa al metodo biodinamico di Rudolf Steiner.

 

Attento osservatore e studioso, si pone alla ricerca della perfetta armonia del proprio ecosistema, spingendosi oltre la biodinamica e facendo propri gli insegnamenti di Masanobu Fukuoka, teorico del “non interventismo”, fino ad  arrivare a definire un proprio metodo, chiamato agricoltura sinergica.

 

 In questo sistema , finalmente, si innescano le sinergie tra tutti gli anelli dell’ecosistema in modo che sia possibile il ritorno alla situazione archetipica del suolo.

 

L’azienda di Dibenedetto è una realtà biodiversa,  in cui non ci sono solo vigneti  ma anche campi a seminativo (dove, in 40 ettari, vengono coltivate circa 50 antiche varietà di grano che stanno costituendo una sorta di “banca genetica”), prati –detti “murgia”-dove pascolano gli animali dei vicini e laghetti.

 

Anche in vigna, sin dall’ inizio, si è puntato a differenziare gli impianti attraverso il recupero degli antichi vitigni autoctoni della Valle d’Itria, come il maresco, il marchione, il minutolo, il susumaniello e la verdeca.

 

Scelta che si è rivelata vincente in quanto questi vitigni, adattati ormai da secoli alle condizioni climatiche locali, caratterizzate da caldi anche molto intensi, sono in grado di produrre, nelle prime settimane dell’autunno,  uve perfettamente mature e giustamente acide.
In compagnia di Andrea Dibenedetto, figlio di Valentino, di Fabrizio Gallino, collaboratore Slow Wine,  e di Alberto Farinasso di Triple A, degusteremo una selezione di vini ottenuti da queste uve.
Nel dettaglio assaggeremo:

Spumante Marasco 2016

Spumante Susumante 2018

Fiano Minutolo 2016

Verdeca Sette Lune 2017

Litrotto Bianco 2016

Primitivo  2014

 

La serata avrà luogo nella sala degustazione de La Banca del Vino.

 

Il costo della serata è di € 20.
Per i soci Slow Food, FISAR e gli studenti Unisg il costo è di € 10.
Per i soci de La Banca del Vino è di € 5.
I posti sono limitati ed è necessario riservare il posto.
http://www.larchetipo.it/it/
http://www.triplea.it/